Apple Watch per monitorare la salute e il movimento: la nostra prova sul campo

25 giugno 2015
786 Views

L’Apple Watch è il nuovo oggetto del desiderio. Anche gli sportivi ci fanno un pensierino: tra le sue funzioni c’è infatti quella di monitorare il nostro stato di salute e movimento grazie a delle app. Ma lo fa davvero?

Un paio di settimane fa me l’hanno portato da New York e ho avuto modo di provarlo, cercando di fare attenzione soprattutto al suo lato sportivo. E ho scoperto che come fitness tracker, l’Apple Watch funziona abbastanza bene. Ha pregi e difetti che potrebbero essere così sintetizzati (le conclusioni sul perché comprarlo e perché no, le ho messe alla fine).

Come funziona l’Apple Watch?
Come Fitness tracker, l’Apple Watch tiene traccia di tutte le attività che facciamo tutto il giorno quando non siamo al lavoro. Quando si apre l’applicazione fitness, vedremo tre anelli, che rappresentano diversi aspetti della nostra salute: l’anello che misura quante calorie abbiamo bruciato, l’anello che stima quanti minuti abbiamo trascorso facendo attività fisica (cioè, almeno una camminata veloce) e l’anello che ci dice se abbiamo speso almeno 1 minuto in piedi in una determinata ora.

L’applicazione imposta un obiettivo predefinito di 30 minuti di esercizio fisico al giorno, il che è in linea con le raccomandazioni dei Centers for Disease Control and Prevention americano e di altre organizzazioni sanitarie. L’orologio ci invia le notifiche in diversi momenti della giornata, per farci sapere quanto siamo vicino al raggiungimento di questo obiettivo, e invia un avviso (una vibrazione e un bip) se non ci siamo alzati almeno una volta in piedi nell’ultim’ora: un efficace meccanismo contro la sedentarietà.

I tre anelli rendono facile vedere a colpo d’occhio quanta attività abbiamo fatto quel giorno, e quanto siamo vicini a raggiungere il nostro obiettivo. Personalmente ho trovato la funzione “in piedi” abbastanza efficace perché mi ha ricordato spesso di alzarmi e camminare. Tuttavia, vi è un solo obiettivo che è possibile regolare rispetto all’impostazione predefinita: l’obiettivo Move per bruciare le calorie. E questo è un po’ strano, perché, tra le tre misurazioni, le calorie bruciate è probabilmente la meno precisa. Inoltre, ho trovato l’obiettivo esercizio troppo facile – ho potuto fare 30 minuti di attività in tutti i giorni senza dover apportare modifiche alla mia routine. Mi congratulo di Apple per l’utilizzo di un obiettivo di “30 minuti di attività al giorno” al posto del meno-scientifico 10.000 passi al giorno, che molti altri dispositivi come il Jawbone Up utilizzano. Ma avrei preferito che ci fosse un modo per regolare questo obiettivo, in modo da renderla una sfida. Invece non si può.
.
Oltre alle app di attività sull’orologio stesso, c’è un app dell’orologio per l’iPhone, dove possiamo visualizzare non solo i nostri progressi ogni giorno, ma anche la storia della nostra attività totale e degli allenamenti. Caratteristica apprezzabile: l’applicazione sul telefono ci aiuta a ricordare quale attività abbiamo fatto un giorno specifico, e ci dà un quadro generale della nostra attività per la settimana passata, mese, ecc.

Come usarlo nello sport?
L’Apple Watch ha una applicazione separata per gli allenamenti che consente di misurare il tempo dell’allenamento, così come tiene traccia della nostra frequenza cardiaca, dell’andatura, della distanza percorsa e delle calorie bruciate. L’orologio in sé non ha il GPS. Quindi, se si desidera tenere traccia, per esempio, del percorso del nostro giro in bicicletta, dovremo portarci dietro il telefono. Che non è poi così strano: in realtà chi lo lascia a casa il telefono mentre si allena? E dopo i primi allenamenti con il telefono cellulare, l’orologio Apple stesso calibra la falcata, in modo che il monitoraggio a distanza diventa abbastanza preciso, anche senza il telefono.
Oltre a monitorare camminata e corsa, l’orologio di Apple tiene traccia anche di altre attività come ciclismo, canottaggio o esercizio su una macchina ellittica. Tuttavia, durante l’esercizio, dovremo scorrere a destra sullo schermo del orologio per vedere le statistiche (come andatura o distanza). E questo potrebbe rallentarci. L’Apple Watch è compatibile con una serie applicazioni di terze parti, tra cui Runtastic, Strava e Nike +. Ma devo dire che ho provato l’applicazione Runtastic, e le funzionalità offerte da Apple erano piuttosto limitate.

L’Apple Watch come strumento per la salute
L’apple Watch fa un passo più in là degli altri smartwatch, inviandoci aggiornamenti sulla nostra attività e promemoria per muoverci. Ma offre poco in termini di analisi. Per esempio, ogni Lunedi, l’orologio ci invia un riassunto della nostra attività settimanale. Il mio sommario mi ha detto che non ho raggiunto il mio obiettivo di movimento, e mi ha offerto la possibilità di “modificarlo”. Ma non mi ha suggerito un obiettivo più realistico. Inoltre, l’orologio non offre suggerimenti su come migliorare la nostra attività. Ma alcune applicazioni di terze parti potrebbero presto contribuire a colmare questa lacuna. Jawbone, per esempio, starebbe lavorando su un app per l’orologio di Apple, che offra ulteriori suggerimenti e promemoria per aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi (se conoscete Jawbone Up, sapete di cosa parlo). Ad esempio, suggerisce quando è il momento di iniziare a prepararsi per andare a letto per dormire il giusto, in base alle nostre abitudini.

Purtroppo manca anche il monitoraggio dell’alimentazione, ma ancora una volta, ci sono applicazioni di terze parti che possono intervenire. MyFitnessPal, è la più famosa. Ma come Runtastic, la funzionalità di MyFitnessPal è piuttosto limitata: è possibile visualizzare il conteggio delle calorie, ma non è possibile aggiungere al nostro log il cibo che abbiamo mangiato quel giorno. Per questo può essere un po’ presto per acquistare l’orologio di Apple se la possibilità di utilizzare le applicazioni di terze parti è dirimente per voi. Ma sarà interessante vedere quali tipi di applicazioni compatibili con l’Apple Watch si inventeranno gli sviluppatori. E c’è da giurarci che lo faranno.

apple-watch

Perché mi ha convinto
L’Apple Watch tiene traccia non solo della nostra attività, ma anche di quanto tempo stiamo in piedi, e invia diversi aggiornamenti ogni giorno per dirci quanto siamo vicini a raggiungere il nostro obiettivo. È anche l’unico smartwatch che specificamente misura la quantità di tempo che passiamo in piedi, che non è da sottovalutare, dati i recenti studi che confermano quanto faccia male stare troppo tempo seduti. Inoltre, è possibile utilizzare l’orologio per monitorare la frequenza cardiaca e visualizzare le statistiche di allenamento, tutto dal nostro polso.
Anche il design dell’Apple Watch è un punto a suo favore: non ha molto a che fare con la salute e il fitness, ma è importante, dato che saremo meno inclini a utilizzare un dispositivo,o a continuare a utilizzarlo nel corso del tempo, se è scomodo e… brutto. Il bel display a colori dell’orologio Apple lo rende divertente da usare, e visto che è disponibile in due formati – 38 millimetri e 42 mm – non sembrerà troppo grande o troppo piccolo al polso. È anche possibile scaricare una serie di applicazioni di terze parti per l’orologio, comprese le popolari applicazioni di salute e benessere come MyFitnessPal e MapMyRun +.
Se siete fan di Apple (il dispositivo è compatibile solo con l’iPhone 5, iPhone 6 e iPhone 6 Plus) vi convincerà al 99%.

Perché non mi ha convinto
Non più tardi di un anno fa, l’orologio di Apple sarebbe sembrato un fitness tracker  piuttosto completo. Ma ora, un numero crescente di fitness tracker – tra cui il Fitbit charge HR, Fitbit Surge e Jawbone Up – hanno aggiunto il monitoraggio della frequenza cardiaca, e costano meno dell’orologio Apple. E a differenza della maggior parte dei fit tracker, l’orologio di Apple manca della funzione di monitoraggio del sonno, che personalmente ritengo molto utile, perché mi fa capire se un giorno mi sento stanco perché ho dormito male di notte. Con un prezzo di partenza di 350 euro poi, l’Apple Watch costa 100 euro in più rispetto anche alcuni dei fit tracker più costosi. Pertanto, è un po’ caro se lo comprate solo per monitorare la salute e fitness.
Ho anche scoperto che a volte c’è un piccolo ritardo sull’invio degli avvisi. Per esempio, una volta ho ricevuto un avviso per alzarmi quando ero già in piedi. Anche se questo è un inconveniente minore, lo smartwatch non sembra poi così “smart”.

 

Potrebbero interessarti: