3 buoni motivi per mangiare QUINOA

4 Dicembre 2014
1383 Views

L’estate è il momento giusto per le nuove avventure culinarie, e se non l’avete mai provata e arrivato il momento di assaggiare la QUINOA. Sana, saporita e facile da cucinare diventerà il vostro cereale preferito.

Tecnicamente la quinoa non è un cereale. La consideriamo tale perché può essere usata come il riso, il couscous, il farro e la pasta. In realtà si tratta di semi della pianta di quinoa. Le sue origini risalgono a migliaia di anni fa quando i guerrieri Inca ne scoprirono l’enorme potere nutritivo.

E ora sappiamo perché: a differenza dei cereali, la quinoa è completa dal punto di vista proteico e contiene tutti e nove gli aminoacidi essenziali. Inoltre non ha colesterolo, è gluten-free ed è una meravigliosa fonte di antiossidanti e acidi grassi, ottimi per mantenere il cuore in salute, che restano intatti anche dopo la cottura.

La quinoa ha anche un buon sapere. Una volta cotta, ha una consistenza soffice e un sapore leggermente aromatico (un leggero retrogusto di noci). La variante più comune è quella bianca che somiglia moltissimo al couscous o al miglio. Ma in commercio se ne trovano anche la versione rossa e quella nera: prevedibilmente, più e scura la quinoa più il suo sapore sarà aromatico e la consistenza croccante.

Cosa dice la scienza
Uno studio condotto nel 2011 e pubblicato sulla rivista Food Chemistry ha rilevato che la quinoa è ricca è ecdisteroidi, composti ad azione ormonale che stimolano l’azione della chitina e uno studio del 2010 pubblicato sul Journal of Steroid Biochemistry ha rilevato che gli ecdisteroidi incoraggiano l’aumento della massa muscolare e contribuiscono a ridurre la massa grassa.

24: il numero dei grammi delle proteine in una coppa di quinoa cruda (8 g quando è cotta).

Come si prepara
Non potrebbe essere più facile: metti una tazza di quinoa e due d’acqua in una pentola, porta ad ebollizione, copri e cuoci a fuoco lento/moderato per una quindicina di minuti. Fai sobbollire la quinoa per circa 15 minuti o finché i chicchi non diventano traslucidi e i germi bianchi formano una spirale visibile dall’esterno. Non aggiungere più acqua del previsto e non cuocete più a lungo: non renderà i semi più morbidi. Togli la quinoa dal fuoco e lasciala riposare, a coperchio chiuso, per 5 minuti. In questo modo, avrà il tempo di assorbire l’umidità presente nella pentola.

Puoi mettere indifferentemente tutti e tre i tipi di quinoa in una pentola. Come guida, tieni a mente che la quinoa bianca è un buon sostituto per il riso, perfetta per zuppe e contorni. Quella rossa o nera invece ha una consistenza perfetta per le insalate.

Tre idee per prepararla

  • All’insalata con gli spinaci, ma anche con l’aggiunta esotica di pesche e mandorle.
  • Mischiata a uova e pangrattato in polpette.
  • Servita con uova in camicia e verdure grigliate.

 

Potrebbero interessarti: