Cioccolato (amaro): 3 buoni motivi per mangiarlo

30 Agosto 2015
954 Views

Vi piace il cioccolato? Abbiamo una buona notizia (anzi tre!) da darvi. “Ho sempre raccomandato di mangiare cioccolato fondente nella mia dieta basata sulla piramide degli alimenti anti-infiammatori – scrive il dottor Andrew Weils, che negli Usa è una vera e propria celebrità –  e con buona ragione: il cioccolato fondente offre polifenoli con elevata attività antiossidante, e di tutti i tipi di cioccolato è quello che ha meno grassi malsani e zuccheri. Recenti ricerche dimostrano che mangiare alcuni pezzi di cioccolato fondente ogni settimana fa anche bene al cuore (purché sia cioccolato con cacao minimo al 70 per cento o superiore)”.

Il cioccolato (fondente, è il caso di ripeterlo…), infatti:

Aiuta a combattere i radicali liberi. Alimenti vegetali ricchi di flavonoidi e antiossidanti sono utilissimi alla nostra dieta: gli antiossidanti proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi, che sono stati collegati a malattie cardiache e altri problemi di salute. Il cioccolato fondente che proviene dalla pianta del cacao, è ricco di questi composti.

Aiuta a prevenire le malattie cardiache. I ricercatori britannici hanno esaminato sette studi concentrandosi sugli effetti del cioccolato sulla salute cardiaca. I risultati suggeriscono che le persone che mangiavano più cioccolato avevano ridotto il rischio di malattie cardiache: coloro che avevano mangiato cioccolato fondente ogni settimana avevano un rischio del 37 per cento più basso di contrarre qualsiasi malattia cardiaca rispetto a coloro che ne mangiavano poco.

Fa aumentare il colesterolo buono (HDL). Il burro di cacao nel cioccolato fondente è ricco di grassi monoinsaturi che gli scienziati ritengono possano far aumentare l’HDL, o colesterolo buono, che svolge un ruolo importante nella salute del nostro cuore.

E infine. il cioccolato fondente sembra anche ridurre il rischio di ictus. Ricercatori svedesi hanno scoperto che le donne che mangiavano grandi quantità di cioccolato – l’equivalente di circa due barrette a settimana – avevano un rischio del 20 per cento più basso di ictus. Secondo ricercatori britannici il vantaggio sarebbe addirittura del 30 per cento.

Bello, vero? Ma prima di fare incetta di barrette di cioccolato, tenete presente che sono necessari ulteriori studi per determinare la quantità e il tipo di cioccolato migliore. Per ora, se volete un consiglio, preferite il cioccolato proveniente dal commercio equo e solidale o il cioccolato fondente organico che contengano almeno il 70 per cento di cacao e… non abusatene.

Potrebbero interessarti: