Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti:

Facendo esercizio, invecchi (molto) meglio

9 Gennaio 2015
647 Views

Praticare attività sportive permette di invecchiare meglio, secondo uno studio del King’s college di Londra e dell’Università di Birmingham. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver scoperto che un gruppo di ciclisti amatoriali anziani avevano livelli di funzione fisiologica simili a quelli di persone di età più giovane.

Lo studio pubblicato sul Journal of Phisiology ha reclutato 84 uomini e 41 donne appassionate di ciclismo di età compresa tra i 55 e i 79 anni, per esplorare come i processi di invecchiamento colpiscono il corpo maschile e se esistono specifici marcatori fisiologici in grado di determinare con precisione l’età di una persona.

I ciclisti reclutati dovevano essere in grado di percorrere in bicicletta 100 km in meno di sei ore mezza (60 km in cinque ore mezza per le donne), per essere inclusi nello studio. Fumatori alcolisti e persone con pressione sanguigna alta o altre condizioni gravi di salute sono state escluse allo studio.

Le conclusioni dei ricercatori. Dopo aver  sottoposto i partecipanti a due giorni test di laboratorio i ricercatori sono giunti alla conclusione che non esiste un parametro in grado di definire con esattezza l’età di una persona e persone di età diverse possono avere lo stesso livello di funzionalità, come la forza muscolare, la potenza dei polmoni e la capacità di esercizio.

Il professor Stephen Harridge, autore senior e Direttore del Centre of Human & Aerospace Physiological Sciences del King’s College di Londra, dove lo studio ha avuto luogo, spiega: “Poiché la maggior parte della popolazione è in gran parte sedentaria, la tendenza è quella di supporre che l’inattività sia la condizione inevitabile per gli esseri umani. Tuttavia, dato che il nostro patrimonio genetico deriva da un periodo in cui alti livelli di attività fisica sono stati la probabile norma, essere fisicamente attivi dovrebbe essere considerato come svolgere un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute e del benessere per tutta la vita“.

Secondo Norman Lazzaro, professore emerito al King e ciclista: “Inevitabilmente, i nostri corpi sperimenteranno un certo declino con l’età, ma rimanere fisicamente attivi ci permette di guadagnare anni in più di attività rispetto alle persone sedentarie. La bicicletta non solo ci mantiene attivi mentalmente, ma richiede l’uso vigoroso di molti dei sistemi chiave del corpo, come ad esempio i muscoli, il cuore e i polmoni di cui avete bisogno per mantenere la salute e per ridurre i rischi connessi con numerose malattie”.

Potrebbero interessarti: