Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.

Potrebbero interessarti:

Lo sport dopo i 40? È fondamentale. Lo dice la scienza

4 Gennaio 2016
890 Views

Sappiamo tutti che praticare un’attività sportiva è benefico per la buona salute e la longevità a qualsiasi età. Ma una ricerca recente ci dice che, strano ma vero, lo è ancora di più dopo i 40.

I ricercatori dell’Università del Mississippi e la University of California hanno esaminato i dati dei telomeri – cioè i “tappi” che si trovano alla fine dei filamenti di DNA e sono collegati alla longevità – di 6.500 adulti sulla base di un sondaggio. Essi hanno scoperto che l’esercizio fisico impedisce in parte il ritiro dei telomeri e il prolungamento della vita nella fascia di età tra 40-65 anni.

In realtà, i ricercatori hanno scoperto che gli over 40 che si esercitano (a piedi, in bicicletta, col sollevamento pesi e simili), hanno meno probabilità che i loro telomeri, e le loro aspettative di vita, si riducano. Non è chiaro se l’esercizio impedisce direttamente ai telomeri di contrarsi, ma i ricercatori hanno stabilito un forte legame tra il workout e i marcatori genetici. “L’esercizio fisico è importante a qualsiasi età, e prima ci si inizia ad allenare, prendendo confidenza con lo sport, più facile sarà rimanere fisicamente attivi per tutta la vita“, dice Andrea Klemes, capo ufficiale medico di MDVIP, una rete di medicina preventiva e medici di assistenza primaria a Boca Raton, Florida.

“Tuttavia, allenarsi da adulti può aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche e lesioni e aiuta a mantenere la nostra funzione fisica e cognitiva. E dal momento che molte persone cominciano a rendersi conto degli effetti dell’invecchiamento – sensazione di rigidità, affaticarsi più in fretta, aumento di peso, perdita di massa muscolare e indebolimento delle ossa – alla soglia della mezza età, essere fisicamente attivi a 40 anni e oltre diventa essenziale per svolgere molte attività della vita quotidiana e mantenere una buona qualità della vita”.

Un altro grande studio del National Cancer Institute di Bethesda, nel Maryland ha dimostrato che coloro che si allenavano per 450 minuti a settimana, o un po’ più di un’ora al giorno, avevano il 39 per cento in meno di probabilità di morire prematuramente rispetto alle persone che non si erano mai esercitate.

“I telomeri si accorciano con il tempo, e telomeri più corti sono generalmente associati con il cancro e altre malattie. Quindi non è sorprendente che gli scienziati di tutto il mondo siano ossessionati dal determinare ciò che può allungare questi telomeri”, dice Darshi Shah, terapeuta nutrizionale e allenatore di salute. Shah ritiene che la meditazione profonda, di cui lei è praticante, e la dieta allunghino i telomeri. “È generalmente accettato nel settore del wellness che una dieta ad alto contenuto di verdure, cipolle, funghi, fagioli, bacche e semi sembri essere anti-invecchiamento, anti-malattia e aumenti le difese immunitarie.”

L’ipotesi su cui ragionano gli scienziati è che telomeri più corti indicherebbero l’invecchiamento cellulare e vite più brevi, mentre l’esercizio fisico, soprattutto una volta che hai più di 40 anni, evita a quei telomeri di accorciarsi, estendendo la durata della vita. Quando i telomeri diventano troppo corti, si mischiano, impedendo a una cellula di dividersi. Gli scienziati hanno insomma identificato l’esercizio come un metodo di rallentamento dello sfilacciamento dei telomeri: fare attività fisica è essenziale superati i 40 anni, ancor più che da giovani.